Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


Foto

 
Video
 
Collegati
MARCHE
30-07-2011

All’Anfiteatro Romano di Ancona in scena “Edipo o della colpa” con Paola Gassman ed Edoardo Siravo


Venerdì 22 luglio 2011 gli spazi dell’Anfiteatro Romano di Ancona regalano ai cultori della teatro antico un gradevole viaggio nel mito di Sofocle e Seneca.



 

Prosegue con successo l’iniziativa del Comune di Ancona in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche, Regione Marche, Provincia di Ancona, AMAT, Teatro Stabile delle Marche e Fondazione Cariverona, che ospita sino al 3 agosto la rassegna del TAU, Teatri Antichi Uniti.
 
Edipo o della colpa con la regia di Maurizio Panici ci mostra Edipo come un uomo contemporaneo alla ricerca ostinata della verità che sappiamo essere dolorosa, sofferta e che inevitabilmente lo conduce a un gesto estremo che segnerà tutta la sua stirpe. Il cammino doloroso di Edipo rispecchia il percorso che ogni uomo compie per conquistare la propria maturità, raggiungendo la consapevolezza del suo essere estremamente vulnerabile e soggetto alle onde del destino.
 
Edipo è inconsapevole del suo male e nonostante tutto non riuscirà a evitare il compiersi del tragico destino dal quale tutti hanno cercato di allontanarlo. Il suo è il viaggio tormentato ma necessario, per diventare adulto ed entrare nella socialità.
 
Edoardo Siravo, noto al pubblico televisivo, recita il testo classico con fervente passione e la scoperta della verità lo conduce alla sua scomparsa dalla società, condannandosi all’esilio e alla cecità metaforicamente rappresentata nel finale dalla sua dipartita dentro la botola posta la centro del palco come unico oggetto di scena. E lascia gli spettatori inermi di fronte alla consapevolezza che il destino deve compiersi malgrado i tentativi di tacere di Tiresia.
 
Paola Gassman incarna una Giocasta protettiva come moglie e come madre, preservando  inconsapevolmente Edipo dal suo male e sarà costretta a provocarsi la morte, trafiggendosi il grembo, dopo aver conosciuto la verità.
 
Le musiche di Stefano Saletti imprimono al racconto un ritmo serrato che non lascia respirare lo spettatore, incalzando la ricerca del protagonista, come in un moderno giallo psicologico. Lo spettacolo è stato prodotto da Argot produzioni e Teatro dei Due Mari. Gli elementi scenici sono di Michele Ciacciofera e i costumi di Marina Luxardo. Completano il cast gli attori Renato Campese, Riccardo Zini, Anna Paola Vellaccio e Elvira Berarducci.
Username:
Password:
 - 
PRIMA

L'avaro

Di "Moliére"
Con "Arturo Cirillo " "Michelangelo Dalisi"
Regia "Arturo Cirillo"

Arpagone è un vecchio taccagno. Pur di non scucire i propri soldi, preme per far sposare al figlio Cleante una ricca vedova e alla ...

I promessi sposi alla prova

Di "Giovanni Testori"
Con "Francesco Colella " "Marion D'Amburgo"
Regia "Federico Tiezzi"

Su un palcoscenico di fortuna un capocomico all'antica si affanna a far interpretare a un gruppo di attori, comicamente scalcagnati, ...

L'avaro

Di "Moliére"
Con "Arturo Cirillo " "Michelangelo Dalisi"
Regia "Arturo Cirillo"

Arpagone è un vecchio taccagno. Pur di non scucire i propri soldi, preme per far sposare al figlio Cleante una ricca vedova e alla ...

Sogno di una notte d'estate

Con "Barbara Ronchi " "Federico Brugnone"
Regia "Carlo Cecchi"

La storia è ambientata in Grecia, più  precisamente in un bosco incantato di questo Paese. Il tutto avviene la ...
fai click per chiudere...