Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


IN SCENA MILANO

Frankenstein junior

Con "Giampiero Ingrassia " "Giulia Ottonello"
Regia "Saverio Marconi"

Considerato una delle migliori cento commedie americane di tutti i tempi, girato nel 1975 con uno stile ispirato agli anni ’20 (omaggio ai classici horror della Universal), Frankenstein Junior è una parodia del celebre Frankenstein di J. Whale e delle numerose pellicole dedicate alla creatura di Mary Shelley. Il film, premiato dal pubblico che lo ha consacrato come il cult movie per eccellenza e le cui battute sono entrate nella memoria degli spettatori - con oltre 500.000 copie vendute - è il “classico” in DVD di maggior successo della storia dell'home video in Italia. Il genio di Mel Brooks - dopo Per favore non toccate le vecchiette/The Producers - torna così dal cinema al teatro con una commedia musicale in scena a Broadway per 485 repliche all’Hilton Theatre dal 2007 al 2009.

Otello

Con "Luigi Lo Cascio " "Valentina Cenni"
Regia "Luigi Lo Cascio"

Desdemona è morta, uccisa da Otello, ma la colpa è di Iago. Molto dopo che la tragedia è consumata, un soldato, amico di Otello, tramanda la celebre storia, ma dal suo punto di vista. Colpevole non fu la gelosia, ma l'eccessiva purezza dell'amore...

Improvvisamente l'estate scorsa

Di "Tennessee Williams"
Con "Cristina Crippa " "Elena Russo Arman"
Regia "Elio De Capitani"

Catherine, una giovane donna, sembra impazzita dopo avere accompagnato suo cugino Sebastian in un viaggio in Europa, durante il quale egli è morto in circostanze misteriose. La madre di Sebastian cerca di occultare la verità a proposito dell'omosessualità di suo figlio e sulla sua morte, in quanto vuole che Sebastian sia ricordato come un grande artista.

Minaccia quindi di lobotomizzare Catherine per le sue confuse affermazioni su Sebastian. Sotto l'effetto di un siero della verità, Catherine racconterà la truculenta storia della fine di Sebastian, smembrato e divorato da ragazzi indigeni da cui aveva cercato favori sessuali.

L'uomo, la bestia e la virt¨

Con "Maria Ariis " "Stefano Braschi"
Regia "Monica Conti "

Il trasparente signor Paolino, professore privato, è l'uomo e ha una doppia vita: è l'amante della signora Perella - la virtù - moglie trascurata del Capitano Perella - la bestia - capitano di mare che torna raramente a casa, ha un'altra donna a Napoli ed evita di avere rapporti fisici con la  moglie, usando ogni pretesto.

La tresca potrebbe durare a lungo e indisturbata ma, inaspettatamente, la signora Perella rimane incinta del professor Paolino.
 
Il professore è costretto dunque ad adoperarsi per gettare la sua amante fra le braccia del marito, studiando tutti i possibili espedienti.
 
Il caso è drammatico, perché il Capitano Perella si fermerà in casa una sola notte e poi resterà lontano almeno altri due mesi. Paolino farà preparare allora torte afrodisiache, suggerirà alla signora Perella di mettere in mostra “i tesori” di grazia e bellezza tenuti “gelosamente e santamente” custoditi e la truccherà addirittura da “baldracca” per attizzare nuovamente il marito restio agli obblighi coniugali e far passare  suo figlio per figlio legittimo del Capitano Perella e della moglie.

Ero

Di "CÚsar Brie"
Con "CÚsar Brie " Regia "CÚsar Brie"

Dietro parole come amore, morte, assenza, dolore, gioia, si celano vicende personali, volti precisi, piccoli disagi, rimpianti sbiaditi, eventi apparentemente infimi che hanno segnato la nostra esistenza.

Ognuno di noi è abitato da questi eventi, sono comuni a tutti, appartengono a tutti.
 
Ognuno ha il proprio elenco di volti, gesti, drammi e carezze.

Questo lavoro è un viaggio attraverso le vicende annidate dietro le grandi parole.
Indaga sul bambino nascosto dietro al vecchio; indaga sul vecchio che si disfa del bambino.
Cerca l'anziana annidata nel volto della fanciulla e la ragazza che scopre l'amore tra le rughe del tempo.
A ognuno di noi è data la possibilità di tornare dall'esilio, di aprire la porta della nostra casa.
A ognuno di noi è data la possibilità di non rimanere accecati dalla luce dell'annunciazione.

La borto

Di "Saverio La Ruina"
Con "Saverio La Ruina " Regia "Saverio La Ruina"

Non è solo la storia di un aborto. È la storia di una donna in una società dominata dall’atteggiamento e dallo sguardo maschili: uno sguardo predatorio che si avvinghia, violenta e offende; un atteggiamento che provoca gli eventi ma fugge le responsabilità. L’aborto ne è solo una delle tante conseguenze. Ma ne è la conseguenza più estrema.



fai click per chiudere...