Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


NAZIONALE

Il Presidente Napolitano assiste alle Operette Morali per la regia di Martone

 Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione della Sua visita a Torino per l’avvio delle celebrazioni del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, sabato 19 marzo 2011, alle ore 19.00, presso il Teatro Gobetti (via Rossini, 8 - Torino) assisterà ad un’anteprima della prima parte dello spettacolo Operette morali di Giacomo Leopardi, per la regia di Mario Martone.



18-03-2011 - 

 "L’idea di Mario Martone - scrive Ippolita di Majo, dramaturg dello spettacolo - di mettere in scena le Operette morali di Giacomo Leopardi, un testo fuori dal canone della letteratura teatrale, nasce dal serrato confronto con la cultura e con la storia d’Italia del XIX secolo che lo ha impegnato negli ultimi anni di lavoro in campo cinematografico. A monte sta l’urgenza, artistica e civile, di riandare alle origini della scrittura teatrale nazionale per interrogarsi sui suoi potenziali e i suoi limiti: da Alfieri a Manzoni, appunto a Leopardi. L’intera stagione del centocinquantenario dell’Unità d’Italia, al Teatro Stabile di Torino, è costruita d’altra parte secondo questo disegno, come una sorta di viaggio ideale nella storia della nostra scrittura scenica, con la volontà di ragionare su alcuni emblematici testi fondanti dell’identità culturale unitaria".


PRIMA

Der Rosenkavalier

Di ""
Con "" ""
Regia "Harry Kupfer"
Mentre il marito è assente, la Marescialla si dedica all’amante diciassettenne, il conte Octavian, col quale ha passato una notte d’amore. Il mattino successivo i due amanti si scambiano tenerezze affettuose ma il loro colloquio amoroso viene  interrotto dall’arrivo del barone Ochs, cugino della Marescialla. Octavian si traveste da seducente cameriera, “Mariandel”, e attira le attenzioni del lascivo barone. Quest’ultimo è venuto a chiedere consigli alla cugina circa la cerimonia del suo fidanzamento; egli deve infatti sposare Sophie von Faninal, figlia di un ricco mercante che ha appena ottenuto il titolo nobiliare, e cerca un giovane nobile che, secondo la consuetudine, consegni alla fidanzata la rosa d’argento, simbolo della domanda matrimoniale. Irritata e imbarazzata dalle continue avances del barone a “Mariandel” la Marescialla propone proprio il conte Octavian come “cavaliere della rosa”. 

fai click per chiudere...