Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


Foto

 
Video
 


Collegati
NAZIONALE

Al Belli omaggio a Rainer Fassbinder

TREND – nuove frontiere della scena europea IX edizione: la Germania (dal 10 al 22 aprile)



11-04-2012 - 

Dopo le nuove frontiere della scena britannica curate da Di Giammarco, ecco i nuovi TREND della Germania: la rassegna a cura di Adriana Martino e Antonio Salines è quest’anno dedicata al trentennale della  morte di Rainer Werner Fassbinder, uno dei più significativi autori di teatro e di cinema del ventesimo secolo tedeschi, attualissimo ancor oggi per aver messo a nudo lo sgretolamento delle utopie politiche.

Fautore di un antiteater fondato sul gusto del degrado, vi ha partecipato negli anni sessanta prima come attore poi come regista formandosi in quella compagnia-off della quale al Belli saranno in scena due testi fondamentali: Gocce su pietra rovente (con Patrick Rossi Gastaldi, Mauro Conte, Azzurra Antonacci, Gabriella Casali) e Pre]Paradise Sorry Now (con Matteo Castellino, Marta Franceschelli, Maurizio Montecchiesi, Ivano Salamida, Silvia Vitale). Il primo è costruito sulle drammatiche dinamiche di un rapporto di coppia omosessuale, fino ad un finale che non vede vincitori ma solo sconfitti; nel secondo si esplora un infimo presente quotidiano di brutalità umana alla ricerca di violenza e fascismo in un universo angusto ma estendibile ad ogni tipo di società. Perversamente divertente, profondamente serio, è un viaggio agghiacciante che ci porta nel cuore oscuro del comportamento umano e ci sfida a cambiarlo. A chiusura della rassegna, una mise en espace tratta da un suo celebre film: Un anno con 13 lune, per ricordare anche la figura del Fassbinder cineasta.

Dal 10 al 15 aprile al Teatro Belli.


Saccarina

Di "Davide Carnevali"
Con "Silvia Giulia Mendola " "Fabrizio Martorelli"
Regia "Silvia Giulia Mendola"
In una Milano poco attraente, due attori poco capaci e un cane poco fedele, sotto la guida di un produttore poco raccomandabile, seguendo le indicazioni di un autore poco presente, preparano la registrazione della puntata pilota di una fiction poco appetibile. Credendo ancora nella possibilità di un lavoro giustamente retribuito, sognano una città migliore che dia loro la possibilità di condurre una vita decente. Ma è un sogno che resta un sogno, perché vivono nella città dell'edilizia e della moda, della televisione e dell'Expo. In un mondo insoddisfacente, disobbedienza e menzogna, per necessità o per virtù, stanno alla base dei rapporti personali, fanno da motore dell’azione, e danno i loro buoni frutti. Alla fine, dei quattro personaggi almeno la metà raggiunge il suo intento. Ma chi?

fai click per chiudere...