Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


Foto

 
Video
 


Collegati
NAZIONALE

The women al Teatro dell’Angelo

Esercizi di cinismo al femminile dalla brillante scrittura di Clare Boothe Luce



23-04-2012 - 

Prima italiana per questo divertentissimo testo del ’36 (trasposto al cinema nel 1939) sulla femminilità declinata in chiave cinica, spregiudicata ed incredibilmente moderna. Partitura per dodici attrici sul fil rouge di uno smalto “rosso giungla”, appunto. Scritta da Clare Boothe Luce, mitica direttrice di Life, Vogue e Vanity Fair, nonché ambasciatrice statunitense in Italia negli anni ’50, quindi diretta per il grande schermo da George Cukor nel ‘39 e riproposta oggi a teatro dall’intraprendente Carlotta Corradi. Dalla regista di Lipstick, grande sucesso di vivace commedia al femminile nella passata stagione, traduzione, adattamento e messa in scena in chiave satirica, che mette a nudo tutta la ferocia del gentil sesso.

Al Teatro dell’Angelo dal 24 al 29 aprile e dal 2 al 6 maggio, con un cast d’eccezione: Lydia Biondi, Betta Cianchini, Caterina Corsi, Francesca Ferrazza, Giada Fradeani, Silvia Giuliano, Ornella Lorenzano, Claudia Mei Pastorelli, Daph Mereu, Aglaia Mora, Giorgia Sinicorni, Giorgia Tasselli.


PRIMA

Der Rosenkavalier

Di ""
Con "" ""
Regia "Harry Kupfer"
Mentre il marito è assente, la Marescialla si dedica all’amante diciassettenne, il conte Octavian, col quale ha passato una notte d’amore. Il mattino successivo i due amanti si scambiano tenerezze affettuose ma il loro colloquio amoroso viene  interrotto dall’arrivo del barone Ochs, cugino della Marescialla. Octavian si traveste da seducente cameriera, “Mariandel”, e attira le attenzioni del lascivo barone. Quest’ultimo è venuto a chiedere consigli alla cugina circa la cerimonia del suo fidanzamento; egli deve infatti sposare Sophie von Faninal, figlia di un ricco mercante che ha appena ottenuto il titolo nobiliare, e cerca un giovane nobile che, secondo la consuetudine, consegni alla fidanzata la rosa d’argento, simbolo della domanda matrimoniale. Irritata e imbarazzata dalle continue avances del barone a “Mariandel” la Marescialla propone proprio il conte Octavian come “cavaliere della rosa”. 

fai click per chiudere...