Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


Foto

 
Video
 


Collegati
NAZIONALE

Al Colosseo Nuovo Teatro lo spettacolo "Non come loro"

Da martedì 29 maggio il testo di Rossela Or sarà interpretato dalla stessa autrice, affiancata da Fabio Collepiccolo.



24-05-2012 - 

Testo poetico destinato ad una performance della sua autrice, Rossella Or, che si confronta in un’azione rarefatta e nitidissima con una figura maschile che è una propria onirica proiezione; la sua identità, come appunto in alcuni sogni, è ignota; figlia dell’immaginario ma non dell’imprevisto, cioè del desiderio. Ma le domande che nutrono il dialogo, cucito con una sorta di umorismo penetrante e straniato al tempo stesso, girano attorno a soggetti inevitabili e centrali nella psiche: l’attesa della morte e il senso della vita; e cosa c’è di mortale e cosa di vitale nell’arte e nella coscienza dell’arte.


Fabio Collepiccolo sarà accanto a Rossella Or sulla scena. Mario Prosperi si occuperà della regia. Ci saranno alcune proiezioni ad opera di Collepiccolo. La colonna musicale è a cura di Paolo Modugno, aiuto regia Lavinia Mochi, costumi di Helga Williams, allestimento scenico di Valerio Di Filippo.
La canzone “A vuxe du moa” di Oretta Orengo è cantata da Maria Piazza.
Non come loro sarà il primo di una serie di cinque spettacoli che il drammaturgo Mario Prosperi porterà in scena nell’anno 2012 in vari teatri della Capitale.

Da martedì 29 maggio a domenica 3 giugno 2012 al Colosseo Nuovo Teatro
Via Capo d'Africa, 29, 00184 Roma  - Info: 06 700 4932 ‎

ORARI:
da martedì 29 maggio a sabato 2 giugno ore 22.15
domenica 3 giugno ore 19.00

Biglietto unico Euro 10,00 (7 euro + 3 euro tessera teatro)



 


PRIMA

Der Rosenkavalier

Di ""
Con "" ""
Regia "Harry Kupfer"
Mentre il marito è assente, la Marescialla si dedica all’amante diciassettenne, il conte Octavian, col quale ha passato una notte d’amore. Il mattino successivo i due amanti si scambiano tenerezze affettuose ma il loro colloquio amoroso viene  interrotto dall’arrivo del barone Ochs, cugino della Marescialla. Octavian si traveste da seducente cameriera, “Mariandel”, e attira le attenzioni del lascivo barone. Quest’ultimo è venuto a chiedere consigli alla cugina circa la cerimonia del suo fidanzamento; egli deve infatti sposare Sophie von Faninal, figlia di un ricco mercante che ha appena ottenuto il titolo nobiliare, e cerca un giovane nobile che, secondo la consuetudine, consegni alla fidanzata la rosa d’argento, simbolo della domanda matrimoniale. Irritata e imbarazzata dalle continue avances del barone a “Mariandel” la Marescialla propone proprio il conte Octavian come “cavaliere della rosa”. 

fai click per chiudere...