Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


Locandina

Foto

 

Collegati

Nathan il saggio

Regia di - Carmelo Rifici
Al teatro Piccolo Teatro Grassi di Milano
dal 15.03.2011 al 21.04.2011



La situazione mediorientale? Schiller ci ha pensato più di due secoli fa.

 



Trama:
Nathan il Saggio è un’opera di denuncia dell’intolleranza religiosa composta da Lessing tra il 1778 e il 1779 e propone riflessioni di scottante attualità. Siamo a Gerusalemme, culla delle tre grandi religioni monoteiste, ai tempi delle Crociate. L'ebreo saggio e illuminato Nathan, che ha perso moglie e figli in un pogrom antisemita, ha adottato Recha, orfana di nascita cristiana. Durante un incendio, la ragazza è tratta in salvo da un Templare che non è colui che crede di essere...    
...continua


Recensione:

Uno spettacolo veramente emozionante, un intrigo barocco dai significati illuministi è quello che ci propone Carmelo Rifici in questa rielaborazione del meraviglioso testo settecentesco di Schiller.

Il capolavoro del drammaturgo tedesco, di sicuro successo per un pubblico del ventunesimo secolo grazie all'attualità delle sue vicende viene riproposto in una veste elegante, rapida e con una recitazione che facilita l'immedesimazione del pubblico nelle varie storie intime dei personaggi. Si allontana così dalla cosiddetta visione del teatro brechtiana, che tanto spesso viene seguita dai moderni istrioni a discapito della ricezione di un pubblico non specialista.

Una scenografia essenziale esalta la messinscena: sono pochi gli oggetti presenti sul palco, e quei pochi sono tutti funzionali allo spettacolo in maniera tale da far concentrare maggiormente il pubblico sulle azioni e le parole degli attori. Sicuramente degna di nota è poi la versatilità della scenografia che si adatta con pochi movimenti automatici a diversi ambienti esterni ed interni.

Dal punto di vista attoriale, la regia di Rifici si contraddistingue per le ottime scelte che si dimostrano sempre all'altezza del testo e della tradizione delle sue messinscene, non senza qualche incertezza ad inizio spettacolo, poi risolta nello svolgersi dell'azione.

Sono tuttavia senza alcun dubbio i significati interni dell'opera a far leva sulle emozioni del pubblico, in maggior misura il bisogno di comunicazione tra le grandi fedi monoteiste e il relativismo di Dio, concetti che vengono sottolineati continuamente durante lo spettacolo e presi particolarmente a cuore dalla mimica e dall'atteggiamento dell'ebreo Nathan, il protagonista. Il lavoro di Rifici è in definitiva un piccolo capolavoro che può scaldare il cuore, ma soprattutto aiutare a riflettere in tempi come i nostri dove l'odio sociale sta raggiungendo livelli spaventosamente elevati e la paura del diverso è sempre, nostro malgrado, più presente.




CuriositÓ:

 

Username:
Password:
 - 
COMPAGNIA
DATI SPETTACOLO
Genere: Drammatico
Durata: 120'
Gotthold Ephraim Lessing (Autore)
Franco Serpa (Traduttore)
Carmelo Rifici (Regista)
Emanuele De Checchi (Musica)
Guido Buganza (Scenografia)
Margherita Baldoni (Costumi)
Claudio De Pace (Luci)

CAST
News
Prima delle prime: Turandot

Per la decima prima delle prime della stagione, martedì 21 aprile i relatori invitati dagli Amici della Scala saranno Michele Girardi, docente di drammaturgia musicale dell’Università di Pavia, specialista di Puccini del teatro musicale europeo fin de siècle, e il M° Riccardo Chailly. Si parlerà della Turandot in scena al teatro del Piermarini dall'1 al 23 maggio.




Siamo tutti Signor G speciale 25 aprile al Teatro alle Colonne

La libertà è partecipazione. Così cantava Giorgio Gaber e così canta il pubblico, alla fine di Siamo tutti Signor G, sollecitato dal giornalista musicale Fabio Santini, autore dello spettacolo. E la scena si ripeterà, non a caso, il prossimo 25 aprile, in occasione della riproposizione di una versione rinnovata dello spettacolo, al Teatro alle Colonne.

Il palcoscenico, il maxischermo e una seggiola: è la semplice scenografia di Siamo tutti Signor G, che vedrà esecuzioni di brani, filmati, interviste, dove verranno fatte rivivere le canzoni di Gaber, il suo pensiero, l'anima di un grande del teatro.



Riccardo Chailly apre una prova di Turandot alle UniversitÓ
Sarà aperta agli studenti di tutte le Università milanesi la prova di venerdì 24 aprile della Turandot con la direzione di Riccardo Chailly e la regia di Nikolaus Lehnhoff. Il 1° maggio Turandot inaugurerà il cartellone della Scala per Expo. 

La prova avrà inizio alle ore 19, ma dalle 18 Riccardo Chailly racconterà agli studenti l’opera di Puccini e risponderà a eventuali domande. In particolare sarà approfondita la presentazione del Finale realizzato da Luciano Berio nel 2002 studiando gli schizzi lasciati dal compositore e utilizzandone 23 su 30 (nel “finale Berio” 133 battute su 307 sono di Puccini). 

L’incontro, organizzato dal Servizio Promozione Culturale, è già tutto esaurito. Sono stati invitati studenti di tutte le Università milanesi: Statale, Bocconi, Cattolica, Politecnico, Bicocca, IULM e San Raffaele, oltre ad allievi dell’Accademia della Scala, della Civica Scuola di Musica, del Conservatorio. Saranno presenti anche alcuni studenti del Conservatorio di Como che hanno seguito un corso su Turandot


fai click per chiudere...