Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


Locandina

Foto

 

Collegati

Nathan il saggio

Regia di - Carmelo Rifici
Al teatro Piccolo Teatro Grassi di Milano
dal 15.03.2011 al 21.04.2011



La situazione mediorientale? Schiller ci ha pensato più di due secoli fa.

 



Trama:
Nathan il Saggio è un’opera di denuncia dell’intolleranza religiosa composta da Lessing tra il 1778 e il 1779 e propone riflessioni di scottante attualità. Siamo a Gerusalemme, culla delle tre grandi religioni monoteiste, ai tempi delle Crociate. L'ebreo saggio e illuminato Nathan, che ha perso moglie e figli in un pogrom antisemita, ha adottato Recha, orfana di nascita cristiana. Durante un incendio, la ragazza è tratta in salvo da un Templare che non è colui che crede di essere...    
...continua


Recensione:

Uno spettacolo veramente emozionante, un intrigo barocco dai significati illuministi è quello che ci propone Carmelo Rifici in questa rielaborazione del meraviglioso testo settecentesco di Schiller.

Il capolavoro del drammaturgo tedesco, di sicuro successo per un pubblico del ventunesimo secolo grazie all'attualità delle sue vicende viene riproposto in una veste elegante, rapida e con una recitazione che facilita l'immedesimazione del pubblico nelle varie storie intime dei personaggi. Si allontana così dalla cosiddetta visione del teatro brechtiana, che tanto spesso viene seguita dai moderni istrioni a discapito della ricezione di un pubblico non specialista.

Una scenografia essenziale esalta la messinscena: sono pochi gli oggetti presenti sul palco, e quei pochi sono tutti funzionali allo spettacolo in maniera tale da far concentrare maggiormente il pubblico sulle azioni e le parole degli attori. Sicuramente degna di nota è poi la versatilità della scenografia che si adatta con pochi movimenti automatici a diversi ambienti esterni ed interni.

Dal punto di vista attoriale, la regia di Rifici si contraddistingue per le ottime scelte che si dimostrano sempre all'altezza del testo e della tradizione delle sue messinscene, non senza qualche incertezza ad inizio spettacolo, poi risolta nello svolgersi dell'azione.

Sono tuttavia senza alcun dubbio i significati interni dell'opera a far leva sulle emozioni del pubblico, in maggior misura il bisogno di comunicazione tra le grandi fedi monoteiste e il relativismo di Dio, concetti che vengono sottolineati continuamente durante lo spettacolo e presi particolarmente a cuore dalla mimica e dall'atteggiamento dell'ebreo Nathan, il protagonista. Il lavoro di Rifici è in definitiva un piccolo capolavoro che può scaldare il cuore, ma soprattutto aiutare a riflettere in tempi come i nostri dove l'odio sociale sta raggiungendo livelli spaventosamente elevati e la paura del diverso è sempre, nostro malgrado, più presente.




CuriositÓ:

 

Username:
Password:
 - 
COMPAGNIA
DATI SPETTACOLO
Genere: Drammatico
Durata: 120'
Gotthold Ephraim Lessing (Autore)
Franco Serpa (Traduttore)
Carmelo Rifici (Regista)
Emanuele De Checchi (Musica)
Guido Buganza (Scenografia)
Margherita Baldoni (Costumi)
Claudio De Pace (Luci)

CAST
News
I colori dele danze e delle musiche persiane 21 novembre Isolacasateatro

Il 21 novembre alle ore 21 presso Isolacasateatro, via Jacopo dal Verme 16, una serata dedicata alla cultura persiana: uno spettacolo/seminario che avrà come protagonisti la regista e danzatrice Aram Ghasemy e il musicista Pejman Tadayon.

L’intenzione di questo spettacolo è quella di diffondere la cultura iraniana attraverso la danza e la musica.
 
L'esibizione delle varie danze sarà seguita da brevi immagini e video con lo scopo di spiegare le particolarità del brano e della pièce di danza da un punto di vista musicologico, artistico, geografico e culturale.
 
Il corpo si muove con la musica e allo stesso tempo prende ispirazione dal cielo, dalla terra e dall’ambiente circostante. 



Le mille e una notte alla Sala Fontana

Nessuna lampada di Aladino, nessun tappeto magico. Le mille e una notte del Teatro del Carretto di Lucca, in scena alla Sala Fontana, prende dall’antica raccolta di novelle orientale quel suo nucleo narrativo agghiacciante, svaporato da tutta la vulgata fiabesca. Il sultano che uccide sistematicamente tutte le sue nuove mogli, dopo la prima notte di nozze, per vendicarsi di una di queste che lo tradì, per vendicarsi quindi della donna. Un tema antropologico, la violenza di genere, un retaggio fallocratico e patriarcale che si trascina dalla notte dei tempi, duro a morire come dimostrano i tanti, drammatici, casi che sistematicamente campeggiano sui nostri giornali, che configurano un vero e proprio allarme sociale. La violenza sulle donne, il femminicidio, sono i temi dello spettacolo che attinge dalla letteratura come dalla cronaca. Ma dall’antico testo letterario, il Teatro del Carretto, riprende anche quel senso di narrazione a scatole cinesi che si traduce in metateatro.

Al Teatro Sala Fontana dal 20 al 30 novembre.




Le canzoni della libertÓ - Human Discount Evolution al Teatro alle Colonne dal 14 al 16 novembre

Lo spettacolo ormai storico della compagnia scheriANIMAndelli, Human Discount, fulcro della loro concezione di teatro ad alto contenuto umano, che peraltro inaugurò la prima stagione del Teatro alle Colonne, subisce un'evoluzione. Viene infatti presentato dal 14 al 16 novembre con profonde modifiche. Nuovi monologhi da un lato, interpretati da Nicoletta Mandelli e Veronica Maffezzoli, e dall'altro una nuova declinazione in forma di teatro canzone con i brani scritti e interpretati da Paolo Scheriani, connessi con i temi dello spettacolo. Al teatro di parola, alle videoinstallazioni di Luca Lisci, si aggiunge così una nuova dimensione, quella musicale dal vivo.



fai click per chiudere...