Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


Questa sera si recita a soggetto

Regia di - Alberto Giusta
Al teatro Astra di Torino
dal 25.11.2011 al 27.11.2011

Vedi tournÚe

Una moderna e affascinante lettura sui meccanismi del teatro.



Trama:
In Questa sera si recita a soggetto,  ultima parte della trilogia che Luigi Pirandello dedica al teatro nel teatro (preceduta da Sei personaggi in cerca d'autore e Ciascuno a suo modo)  ad essere messa in scena è la novella pirandelliana Leonora, addio! (1911), di cui il regista Hinkfuss intende appropriarsi, inducendo gli attori della sua compagnia a rappresentarla a soggetto: stabiliti, infatti, mezzi ed effetti, gli attori devono recitare senza un copione, facendo leva solo ed esclusivamente sulla propria emotività.
...continua


Recensione:

Se Pirandello potesse assistere a questa rappresentazione di Alberto Giusta e della Compagnia Gank, ne rimarrebbe sicuramente affascinato. In un vortice di ritmi alternati, il testo del drammaturgo di Girgenti rimane quanto mai vivo ed emozionante, arricchendosi di significati collaterali che non alterano il senso primo dell'opera, ma lo integrano in una dimensione decisamente fruibile e gradevole.
 
E' un'ottima partita di attori dalle notevoli capacità espressive a calcare il palco, non vi sono infatti particolari cali nella recitazione, ma anzi punte di elevata qualità artistica che comunque rimangono all'interno della prossemica pirandelliana senza il rischio di un distacco troppo forte di un unico personaggio dal gruppo recitativo.

La scenografia si mostra inoltre estremamente funzionale all'opera con un bellissimo finto sipario rosso davanti a cui nasce la pièce. Sono poi pochi gli altri elementi presenti in scena: qualche sedia o piccoli oggetti scenici, che compaiono solo nel momento in cui hanno una funzionalità diretta.  Questo infatti si declina perfettamente con un teatro come quello pirandelliano dove l'attenzione si concentra particolarmente sul personaggio e non sul rapporto con uno spazio ben definito.

Sono decisamente di stile pirandelliano i costumi che senza particolari fronzoli rappresentano il personaggio che li indossa e ne permettono un'identificazione sicura dell'età e del ruolo sociale, sconfinando a volte nei tratti caratteriali.

Lo spettacolo in definitiva è decisamente da vedere per coloro che vogliano farsi trasportare in una dimensione altra da quella di un teatro digestivo il cui unico fine è quello diversivo, ma che piuttosto desiderino assistere a qualcosa che li ponga davanti ad una riflessione su cosa sia in realtà l'attività mimetica umana e in generale il teatro dentro alle dinamiche costrittive della vita di ogni giorno, esemplificate nel rapporto tra attori e regista dispotico.




CuriositÓ:

 

Username:
Password:
 - 
COMPAGNIA
DATI SPETTACOLO
Genere: Drammatico
Durata: 105
Luigi Pirandello (Autore)
Alberto Giusta (Regista)

CAST
fai click per chiudere...