Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


Le presidentesse

Regia di - Krystian Lupa
Al teatro Gobetti di Torino
dal 12.10.2011 al 12.10.2011





Trama:

...continua


Recensione:

 

La sala di un teatro nel centro di Torino diventa per una sera succursale del consolato polacco, con tanto di claque al seguito, per salutare Prezydentki, inquietante testo di Werner Schwab in prima assoluta italiana per la regia di Krystian Lupa.
 
Per non rimaner inorriditi dalla cascata di turpiloqui ed oscenità che scandiscono i novanta minuti filati, bisogna solo aver presente che tipetto fosse Werner Schwab, scrittore austriaco morto trentacinquenne devastato da alcol e droga: con questa premessa si può (forse) meglio comprendere la scelta di infarcire il racconto con una vulgata che definire di impatto è quanto meno riduttivo. Se a ciò si aggiunge che le presidentesse del titolo sono in realtà tre arzille signore, ognuna ovviamente fatta a modo suo, allora il quadro di insieme si compone in tutta la sua lucida follia.
 
In scena tre donne recluse in un alloggio-tugurio dove danno vita ad una serie di incontri-scontri dai risvolti grotteschi e tragici: Erna, le cui maggiori conquiste sono un cappello impellicciato e un televisore a colori usato, vive con il tormento di un figlio che ha il terrore del benché minimo contatto con il sesso femminile. Greta  nutre la sua esistenza con i ricordi e le trasgressioni del tempo che fu, mentre la terza, Mariaedl, trascorre il tempo nelle case dei ricchi pulendo i water e raccogliendo le feci a mani nude. Comune denominatore per il muliebre terzetto un imperante bigottismo religioso che si manifesta sotto forma di vera e propria folgorazione dopo aver assistito ad un discorso televisivo del papa polacco.
 
Il regista Krystian Lupa, guru del Teatro Nazionale di Cracovia, costruisce uno spettacolo in cui risalta il disagio di una condizione umana totalmente ai margini, del tutto priva di alcun tipo di riferimento: Erna, Greta e Mariedl vivono chiuse all’interno del loro ambiguo e gretto microcosmo, senza alcuna possibilità, e capacità, di costruire relazioni con il mondo che le circonda. Il loro è un ininterrotto reciproco pungolarsi e provocarsi con l’aggressività, verbale come fisica, unico strumento per l’affermazione di un’identità in realtà appena abbozzata.
 
L’esito finale è un atto unico condito da immagini surreali e grottesche, cui una maggior sintesi non avrebbe certo nuociuto, che regala per lo meno tre belle interpretazioni salutate con gioia della corposa comunità polacca presente.



Username:
Password:
 - 
COMPAGNIA
DATI SPETTACOLO
Genere: Commedia
Durata: 90 minuti
Werner Schwab (Autore)
Krystian Lupa (Regista)

CAST
fai click per chiudere...