Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


I am not a penguin

Al teatro Brancaccio di Roma
dal 15.05.2012 al 15.05.2012



Esilarante, impietoso ritratto di vizi e virtù italiane e britanniche.



Trama:
Dal più famoso insegnante d’inglese ed autore di testi didattici, un one-man-show decisamente ironico - e autoironico – sulle differenze culturali fra inglesi ed italiani.
...continua


Recensione:

L’indipendenza a 16 anni, le mamme, gli uomini, le donne, la cucina. E naturalmente la lingua, elementi gestuali inclusi. Non c’è argomento che resti fuori da questo ‘studio’ all’insegna dell’ironia – e dell’autoironia – ad opera di un fine osservatore, veterano del confronto fra il nostro paese ed il mondo anglosassone. British soprattutto, perché se è vero che John Peter Sloan è mezzo irlandese, è anche vero che il suo humor è decisamente British, nel senso più puro, intelligente e acuto del termine.

Il racconto si svolge su un’ora e mezzo di aneddoti, barzellette e sketches. Nessun calo di ritmo, nessuna divagazione superflua, nessuna ovvietà. Anche quando si giunge a qualche inevitabile stereotipo, le modalità narrative tengono viva l’attenzione, e finiscono per spiazzare con un’osservazione o un risvolto inaspettato.

Vizi e virtù delle due nazionalità vengono passati impietosamente a setaccio, ma è nelle analisi linguistiche che si toccano le vette più alte ed originali di comicità. Non per niente è dall’insegnamento della lingua che Sloan parte. Un esempio per tutti, l’esilarante analisi del “sistema delle palle”, in cui la differenza è tutta nella preposizione: tha on a out of, per culminare in un crescendo finale davvero superlativo. Insomma, tra gaffe e amenità varie, il profilo dell’inglese e dell’italiano medio vengono ritratti senza riserve in modo equanime. E raramente avrete riso tanto, anche di voi stessi.




Username:
Password:
 - 
COMPAGNIA
DATI SPETTACOLO
Genere: Monologo

Antonio De Luca (Autore)
John Peter Sloan (Autore)
Antonio De Luca (Regista)
John Peter Sloan (Regista)

CAST
John Peter Sloan (Attore)
News
La collaborAZIONE si fa spettacolo

Dodici registi originari di nove diversi paesi, per cinque regie e due mani: un laboratorio mondiale, il World Wide Lab, che porta a Roma l’esperimento unico di un gruppo multiculturale nato a New York. Non è un caso se Bob Wilson li ha accolti in residenza a Watermill e se il prestigioso Irondale Center di Brooklyn li ha ospitati per ben due anni. I registi del WWL hanno costituito un gruppo di lavoro stabile, che annualmente si riunisce per produrre in due settimane di laboratorio (quest’anno salite a tre) uno spettacolo fatto di cinque momenti diretti a due mani. I testi, adattati o composti per l’occasione dai registi stessi coinvolgendo ben dieci attori, seguono uno stesso filo tematico (Upheaval/Distruzione e rinascita), ma presentano contenuti molto diversi fra loro, che partono dalle rispettive culture. Il risultato è un articolato melting pot, in cui si mescolano Taiwan, India, Canada, Israele, Stati Uniti, Grecia, Germania, Italia… In scena contenuti e stili profondamente diversi, magicamente mescolati per distillare un teatro ricco di contaminazioni, anche linguistiche. Al Teatro Due Roma fino al 12 ottobre.

Info: KIT Italia




Sguardi S-velati sulla felicità

La rassegna del Teatro Due Roma sui punti di vista al femminile giunge alla IV Edizione. E guarda con atteggiamento positivo.




Millelire per un corto

Dal 7 al 12 gennaio un premio per atti unici brevi al Teatro Millelire di Roma



fai click per chiudere...