Nazionale  |  Roma  |  Milano  |  Marche  |  Toscana  |  Campania  |  Piemonte  |


I am not a penguin

Al teatro Brancaccio di Roma
dal 15.05.2012 al 15.05.2012



Esilarante, impietoso ritratto di vizi e virtù italiane e britanniche.



Trama:
Dal più famoso insegnante d’inglese ed autore di testi didattici, un one-man-show decisamente ironico - e autoironico – sulle differenze culturali fra inglesi ed italiani.
...continua


Recensione:

L’indipendenza a 16 anni, le mamme, gli uomini, le donne, la cucina. E naturalmente la lingua, elementi gestuali inclusi. Non c’è argomento che resti fuori da questo ‘studio’ all’insegna dell’ironia – e dell’autoironia – ad opera di un fine osservatore, veterano del confronto fra il nostro paese ed il mondo anglosassone. British soprattutto, perché se è vero che John Peter Sloan è mezzo irlandese, è anche vero che il suo humor è decisamente British, nel senso più puro, intelligente e acuto del termine.

Il racconto si svolge su un’ora e mezzo di aneddoti, barzellette e sketches. Nessun calo di ritmo, nessuna divagazione superflua, nessuna ovvietà. Anche quando si giunge a qualche inevitabile stereotipo, le modalità narrative tengono viva l’attenzione, e finiscono per spiazzare con un’osservazione o un risvolto inaspettato.

Vizi e virtù delle due nazionalità vengono passati impietosamente a setaccio, ma è nelle analisi linguistiche che si toccano le vette più alte ed originali di comicità. Non per niente è dall’insegnamento della lingua che Sloan parte. Un esempio per tutti, l’esilarante analisi del “sistema delle palle”, in cui la differenza è tutta nella preposizione: tha on a out of, per culminare in un crescendo finale davvero superlativo. Insomma, tra gaffe e amenità varie, il profilo dell’inglese e dell’italiano medio vengono ritratti senza riserve in modo equanime. E raramente avrete riso tanto, anche di voi stessi.




Username:
Password:
 - 
COMPAGNIA
DATI SPETTACOLO
Genere: Monologo

Antonio De Luca (Autore)
John Peter Sloan (Autore)
Antonio De Luca (Regista)
John Peter Sloan (Regista)

CAST
John Peter Sloan (Attore)
News
Eyes Wine Shot: le vie del vino passano per il teatro

Al Vascello lo spettacolo-degustazione fra versi e enologia




AAA – Autori cercansi (concorso regionale)

Scade il 14 marzo il bando che premia una commedia brillante inedita con produzione e distribuzione.




La collaborAZIONE si fa spettacolo

Dodici registi originari di nove diversi paesi, per cinque regie e due mani: un laboratorio mondiale, il World Wide Lab, che porta a Roma l’esperimento unico di un gruppo multiculturale nato a New York. Non è un caso se Bob Wilson li ha accolti in residenza a Watermill e se il prestigioso Irondale Center di Brooklyn li ha ospitati per ben due anni. I registi del WWL hanno costituito un gruppo di lavoro stabile, che annualmente si riunisce per produrre in due settimane di laboratorio (quest’anno salite a tre) uno spettacolo fatto di cinque momenti diretti a due mani. I testi, adattati o composti per l’occasione dai registi stessi coinvolgendo ben dieci attori, seguono uno stesso filo tematico (Upheaval/Distruzione e rinascita), ma presentano contenuti molto diversi fra loro, che partono dalle rispettive culture. Il risultato è un articolato melting pot, in cui si mescolano Taiwan, India, Canada, Israele, Stati Uniti, Grecia, Germania, Italia… In scena contenuti e stili profondamente diversi, magicamente mescolati per distillare un teatro ricco di contaminazioni, anche linguistiche. Al Teatro Due Roma fino al 12 ottobre.

Info: KIT Italia



fai click per chiudere...